Corso di sogno lucido e consapevolezza onirica

Introduzione

Il sogno lucido – sognare sapendo di sognare – è un fenomeno noto a molte culture e riscoperto di recente su basi scientifiche. Non si tratta di un’abilità paranormale, ma di una potenzialità che abbiamo tutti e che può essere sviluppata attraverso semplici pratiche, sviluppate dalle tradizioni contemplative e corroborate dagli ultimi decenni di ricerca nel campo delle neuroscienze.

Nel corso di 9 settimane esploreremo diverse prospettive sul sogno lucido, adottando un approccio integrato con cui imparare ad accedere a questo stato straordinario e a utilizzarlo costruttivamente nella vita.

Al di là del grande senso di gioia e libertà che i sogni lucidi regalano, lo sviluppo della consapevolezza onirica dischiude un campo di esplorazione psicologica, filosofica e spirituale virtualmente inesauribile, entro il quale è possibile sondare i livelli più profondi della vita della coscienza, incontrare la molteplicità di aspetti e figure che popolano l’universo interiore, confrontarsi con i propri lati d’ombra, trascendere identificazioni e condizionamenti e, secondo alcune tradizioni, persino accedere a piani di realtà che eccedono l’ambito fisico.



Le tappe del percorso

Il corso di base fornisce gli strumenti teorici e pratici per coltivare un crescente livello di consapevolezza della (e nella) dimensione onirica. Le tappe principali del percorso possono essere così riassunte:

FASE 1: Ricordare i sogni.

FASE 2: Sviluppare la lucidità onirica (rendersi conto di stare sognando – sogni lucidi di tipo DILD).

FASE 3: Entrare in un sogno lucido direttamente dallo stato di veglia. In questa categoria di sogni lucidi (denominati WILD in ambito scientifico) rientrano anche i fenomeni noti come “OBE” (Out of Body Experiences) o “viaggi astrali”.

Durante il corso verranno anche fornite indicazioni su come proseguire la pratica per prolungare la durata dei sogni lucidi, migliorarne il controllo e utilizzarli in direzioni costruttive.

Approccio

Il percorso integra conoscenze e tecniche provenienti da diverse tradizioni, le più importanti delle quali sono:

1. Le ricerche scientifiche di Stephen LaBerge


2. Lo yoga tibetano del sogno


3. Le ricerche di Carlos Castaneda


4. La tradizione teosofica


Questa varietà di approcci permette di esplorare la dimensione del sogno adottando un atteggiamento aperto, dal momento che nessuno può dire con certezza che cosa siano i sogni…

Ad esempio, basandoci esclusivamente sulla prospettiva neuroscientifica, dovremmo concludere che i sogni non siano altro che una simulazione della realtà prodotta dal cervello. D’altra parte, secondo la tradizione teosofica o il sapere sciamanico di Castaneda, nei sogni visitiamo mondi reali almeno quanto il nostro, che esistono ben oltre i confini della mente individuale. Infine, secondo la tradizione tibetana, la stessa realtà di veglia in fondo non è altro che un sogno, perciò quando sogniamo abbiamo maggiori chances di riconoscere la nostra vera condizione.

Ciascuna di queste prospettive dischiude qualche aspetto significativo della vita onirica, la cui complessità dovrebbe dissuadere dall’affidarsi dogmaticamente a una spiegazione univoca. Pertanto:

il corso si propone di fornire al sognatore gli strumenti teorici e pratici per sperimentare in prima persona e in piena coscienza la dimensione onirica, maturando così un’idea autonoma circa la natura e le potenzialità di questo straordinario stato di coscienza.

Modalità di svolgimento

Il corso di base prevede 9 lezioni settimanali di 2 ore ciascuna.Durante gli incontri, accanto alle spiegazioni teoriche, verrà conferito ampio spazio a pratiche di rilassamento e addormentamento consapevole. Saranno inoltre forniti: dispense, materiali di approfondimento, istruzioni sulle pratiche da svolgere a casa e audio-meditazioni guidate. Chi lo desidera potrà accedere a colloqui privati con l’insegnante per ricevere indicazioni personalizzate.

Prossime edizioni del corso: da ottobre nelle province di Padova, Bologna e Pordenone. Le lezioni potranno essere seguite anche in diretta web.

Costo del corso: €160; riduzione studenti 30%; modalità online: €120

Impegno e risultati

L’efficacia delle tecniche legate alla consapevolezza e alla lucidità onirica dipende da molteplici fattori, che includono la costanza e l’impegno nella pratica, la quantità di tempo dedicato al riposo, il grado di motivazione e determinazione verso gli obiettivi della pratica, la predisposizione personale e l’età. Ciò detto, chiunque può ottenere i risultati sperati, con la giusta dose di impegno e pazienza.

Affinché le 9 settimane di corso possano apportare cambiamenti significativi nella vita onirica, si raccomanda al sognatore di dedicare alla pratica quotidiana almeno 30-40 minuti (prima di dormire), e di dormire almeno 7-8 ore per notte. In alcune fasi dell’addestramento saranno proposte alcune tecniche da applicare di notte, dopo avere riposato 4-5 ore e prima di ritornare a dormire, oppure nel pomeriggio. Non sarà necessario applicare tali tecniche quotidianamente; sarà sufficiente farlo un paio di volte a settimana, soprattutto durante le ultime 4 settimane di corso.

E’ anche possibile frequentare proficuamente le lezioni pur non disponendo del tempo e dell’agio sufficienti per praticare con costanza durante le settimane del corso: conoscenze e tecniche potranno comunque essere apprese correttamente e applicate in un secondo momento.

Fatte queste premesse, è lecito domandarsi quanto sia facile ottenere risultati in questo campo di esplorazione interiore. A tal proposito riporto qui alcuni dati raccolti mediante questionari al termine dell’ultima edizione del corso di base condotto in presenza, tenutosi tra ottobre e dicembre 2019 con un gruppo di circa trenta sognatori. Al termine del corso:

il 64% degli allievi era in grado di ricordare almeno un sogno per notte;

il 55% ha avuto almeno un sogno lucido di tipo DILD;

il 27% ha avuto almeno un sogno lucido di tipo WILD o esperienza extracorporea.

Si noti che l’analisi dei questionari ha permesso altresì di rilevare una significativa correlazione tra la costanza nell’applicazione delle tecniche e i risultati ottenuti.

In generale questi dati hanno ampiamente confermato l’ipotesi che la conoscenza di questi argomenti, l’applicazione delle relative tecniche e la condivisione del percorso di consapevolezza onirica possono produrre risultati estremamente incoraggianti:

il sogno lucido non è un dono naturale o un’abilità straordinaria, ma una potenzialità latente della coscienza che la nostra cultura non ha sviluppato ma che può essere risvegliata e coltivata da chiunque.

Il percorso in 15 minuti

Conferenza su sogno lucido ed esperienze extracorporee



Esplora la FASE 1: Ricordare i sogni

Esplora la FASE 2: Sviluppare la lucidità onirica

Esplora la FASE 3: Il viaggio astrale (entrare in un sogno lucido dallo stato di veglia)